La creatività nella didattica

Ho trovato un’interessante mappa dell’arte e della creatività. Si tratta di una mappa mentale: una rappresentazione libera e soggettiva dell’educazione all’immaginazione.

È interessante osservare che la creatività è posta come strumento chiave per affrontare lo studio di qualsiasi disciplina e l’approccio ad ogni argomento. A questo proposito è molto interessante vedere il video dal titolo “Cambiare i paradigmi dell’educazione” in cui Ken Robinson tratteggia un nuovo modello di apprendimento basato proprio sul pensiero creativo, sul problem solving e sullo sviluppo delle capacità emozionali ed artistiche.

A questo se ne affianca un altro egualmente interessante dal titolo “Come nascono le buone idee?” nel quale Steven Johnson riflette su come le nuove tecnologie e il web, e la loro capacità di moltiplicare le nostre “connessioni” possano influire sul processo che porta alla creazione di un’idea.

È molto istruttivo per gli insegnanti comprendere che il nostro approccio educativo spesso porta, purtroppo, a frustrare la creatività degli studenti. Tendiamo a far convergere le risposte dei nostri alunni indirizzandoli verso l’unica che riteniamo “giusta”. Indirizziamo il loro pensiero rendendolo bloccato e univoco. Li disabituiamo presto a ragionare e ad immaginare.

Ecco un interessante esperimento fatto in una scuola primaria: viene dato ai bambini il disegno di un triangolo. Ad un gruppo viene detto di completare il disegno nel modo corretto; ad un altro gruppo viene solo chiesto di completare il disegno. L’idea che ci potesse essere una soluzione esatta ha portato i bambini del primo gruppo ad “uccidere” la loro creatività producendo un elaborato ripetitivo e stereotipato. L’altro gruppo, libero da blocchi mentali, ha risposto in modo molto più fantasioso e libero!

È chiaro che ci sono discipline nelle quali c’è una sola risposta corretta, come la matematica, ma anche in quel caso è importante far capire agli studenti che la soluzione va cercata sconfitta dopo sconfitta. Gli inventori sanno bene che l’idea giusta arriva dopo decine e decine di errori. L’importante è coltivare quella creatività che permette di ricominciare ogni volta spostando il punto di vista ed immaginando nuovi paradigmi.

Potrebbero interessarti anche...

11 Risposte

  1. Complimenti per la vostra attività. Sono un artista che ama coinvolgere bambini e ragazzi in momenti di creatività collettiva. Sto lavorando per un evento da realizzare per Carnevale2018 a Milano, in una Galleria multimediale molto innovativa. Titolo: “Su la maschera ragazzi!”
    Realizzerò un trittico con tantissime mascherine che i ragazzi mi manderanno. Se siete interessati a collaborare scrivetemi: info@paolosolei.com Paolo Solei è il mio nome d’arte http://www.paolosolei.com

  2. Stefania Fidelibus ha detto:

    Io cerco di aiutare i miei alunni, bambini di 9 anni circa, ad avere fiducia nelle loro idee. Raramente la cultura prevede una sola risposta giusta eppure noi continuiamo a porre, in aula, domande “illegittime” domande cioè di cui conosciamo già la risposta. Il vostro sito è una validissimo aiuto nel mio lavoro. Grazie…

  3. alessandra tombesi ha detto:

    Il tuo blog è veramente stimolante, complimenti.
    Probabilmente conosci già le TED TALKS, io ho scoperto da non molto che ci sono tantissimi interventi sull’insegnamento, e sull’importanza della creatività che fanno riflettere parecchio.
    http://www.ted.com/topics/education

    • didatticarte ha detto:

      Grazie per i complimenti, Alessandra!
      Conosco le TED TALKS, una vera miniera di innovazione e creatività… Che distanza abissale tra quelle idee e la didattica che facciamo nelle nostre scuole!

  4. Mario ha detto:

    Ho lasciato un commento poco fa ma non lo trovo più, comunque in bocca al lupo…

  5. mario ha detto:

    Io credo che avrà successo, almeno lo spero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.