Studiare con la linea del tempo

Con questo post voglio continuare ad approfondire tutti gli aspetti collegati al metodo di studio. Ho già parlato dell’apprendimento attraverso mappe concettuali e mappe mentali, della capacità di prendere appunti e del metodo di studio in generale.

Oggi voglio approfondire l’uso delle linee del tempo (timeline in inglese). Spesso si trovano già pronte sui libri ma credo che la realizzazione autonoma di una linea del tempo possa costituire un buon esercizio per ricomporre la sequenza o l’evoluzione di una disciplina, qualunque essa sia. Si possono fare a mano ma è molto più efficace crearle con degli appositi software. Vi posso segnalare Tiki-Toki e Timetoast. Ma in rete potete trovarne molti altri

La linea del tempo, qualunque stile grafico abbia, dovrà contenere quattro elementi visivi:

– un sistema per definire la traiettoria temporale (convenzionalmente corre da sinistra verso destra)

– elementi che definiscono vari punti o segmenti sul tracciato temporale

– titoli o immagini che definiscono ogni evento

– etichette e richiami di approfondimento sulla traiettoria o al di fuori di essa

La forma può essere più o meno elaborata: alcune linee del tempo sono molto belle da vedere ma di difficile interpretazione (come quelle a spirale).

Altre contengono diagrammi e altri dati identificativi dell’evoluzione di un fenomeno.

Le più interessanti sono quelle interattive che consentono di navigare lungo il tempo ed esplorare un periodo specifico a scelta come quella realizzata dalla British Library.

A questo punto perché non trasformare la creazione di una linea del tempo in un’attività didattica di gruppo? Sui blog di molti insegnanti ci sono già esperimenti di questo tipo!

Potrebbero interessarti anche...

15 Risposte

  1. annaritabergianti ha detto:

    E’ la bellezza che salverà il mondo..molto interessante, grazie, non conoscevo questa tecnica/strumenti che unisce una grande spendibilità dal punto di vista della didattica ad una estetica potenzialmente molto elevata. Mi piace!

  2. Giovanni ha detto:

    Non conosco il proprietario del blog (Emanuela), ho aperto a caso questo blog per sperimentare il funzionamento del meccanismo dei FEED anche per seguire l’elenco dei blog proposto da Andreas. il tutto funziona anche se ho dovuto compiere un aggiustamento su Crome.
    comunque complimenti per il post che ha scritto
    Giovanni Bigoni

  3. Sabina ha detto:

    Tutto molto utile
    Ho provato tiki toki , ma devo un po’ impratichirmi
    Come inserisco le tappe intermedie?

    Ciao
    Sab

    • didatticarte ha detto:

      Devi andare sull’opzione “create new story”, dare la data dell’evento e scrivere testo, aggiungere link e quant’altro.
      È molto complesso, anch’io devo fare parecchia pratica… 🙂

  4. Mauro Boccuni ha detto:

    Le ho sempre realizzate con altri sistemi, Sono utilissime per suggerire anche il rapporto che il presente ha con un passato che è fonte ma anche attualità per riflessioni ed elaborazioni utili a nuove tessiture/orditi per UN Domani.

    • didatticarte ha detto:

      È vero, muoversi lungo una linea del tempo fa percepire la distanza tra eventi, mondi e pensieri ma anche la somiglianza e l’attualità del passato.

  5. Grazia Panara ha detto:

    Grazie! Anche da parte dei miei studenti! Per ora la mia didatticarte digitale è a metà…spero di migliorare e implementare anche grazie ai preziosi suggerimenti.

  6. angela ha detto:

    Ogni mio alunno ha ed ha avuto la sua linea del tempo personalizzata..serpenti,draghi,treni.palloni che rotolano..la linea del tempo è fondamentale e nn solo per l arte

  1. 3 maggio 2013

    […] che, in base anche al gusto personale, potranno essere costituite da: riassunti, tabelle, linee del tempo, mappe concettuali, mappe mentali, schede etc. […]

  2. 21 maggio 2015

    […] Studiare con la linea del tempo. […]

  3. 21 maggio 2015

    […] Un test per scoprirlo”. Da questo episodio mi è venuto il desiderio di dedicare un intero post a questo monumento eccezionale, una delle architetture italiane più significative dal punto di vista strutturale, artistico e simbolico. Ma andiamo con ordine, seguendo le indicazioni che ho dato per la lettura di un’opera d’arte e iniziamo dalla descrizione del monumento. Studiare con la linea del tempo. […]

  4. 22 giugno 2016

    […] glossario si può fare con una piattaforma Wiki ma anche su una comunissima rubrica alfabetica, la linea del tempo con Tiki-Toki o su una lunga striscia di cartone da appendere in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *