L’audioguida per un dipinto, un compito e un’esperienza

Compito in classe su Caravaggio in quarta e su Van Gogh in quinta.
Ma non avevo voglia di fare il solito test con domande aperte, per quanto sfidante. Per altro, con l’eliminazione della terza prova agli esami di Stato, posso sentirmi più libera di lavorare su verifiche “creative” che consentano ai ragazzi di mettersi in gioco su più fronti piuttosto che con il questionario scritto.

Allora il test è diventato quello che in gergo è chiamato “compito di realtà“, cioè la realizzazione di un prodotto calato in un contesto reale. In questo caso la creazione, in coppie, dell’audioguida per un dipinto dell’autore in questione.

visitatori con audioguida

Nulla di originale, naturalmente: in tante scuole questo tipo di attività è realizzato per l’alternanza scuola-lavoro, in collaborazione con un museo. Ma a me interessava anche la fase successiva: la valutazione, da fare in modo collettivo ascoltando in aula tutte le audioguide.

Ma vediamo le fasi. Le coppie sono state chiamate a scegliere un’opera da un elenco di dipinti che non abbiamo studiato in classe. Queste le opzioni per Caravaggio:

dipinti di Caravaggio

E queste quelle per Vincent Van Gogh.

opere di van Gogh

A questo punto si passa alla fase ricerca e documentazione. Lavorando, come sempre, con lo smartphone, i ragazzi hanno cercato tutti i dati dell’opera selezionata per scrivere la sceneggiatura dell’audioguida.
Ma il testo non era libero, doveva rispondere ad alcuni requisiti: nel caso di Caravaggio, l’audioguida (della durata massima di tre-quattro minuti) doveva raccontare qualcosa dell’autore e del periodo artistico, spiegare il soggetto del quadro, lo stile, il significato, la storia del dipinto e svelare eventuali curiosità. Il tutto, possibilmente, con un piglio accattivante… magari alla Piero Angela!
Idem per Van Gogh: autore, periodo, stile, notizie interessanti.

Eccone due, giusto per capire cosa hanno fatto. Le registrazioni sono un po’ rumorose perché fatte a scuola con il cellulare, e anche la pronuncia e l’espressione andrebbero curate meglio. Ma come primo esperimento, tenendo conto dell’imbarazzo che ciascuno di noi prova nell’ascoltare la propria voce, direi che sono stati bravi!

sacrificio di Isacco

autoritratto

Come avevo anticipato all’inizio, il compito non terminava qua. In una delle due classi abbiamo ascoltato tutti assieme le varie audioguide osservando il dipinto sulla Lim e abbiamo cercato di dare un voto collettivo.
Anche in questo caso non ci si poteva esprimere liberamente ma bisognava basarsi su alcuni parametri, una griglia di quelle che usiamo noi docenti per orientarci nelle valutazioni.

griglia di correzione

All’inizio i ragazzi erano in difficoltà: come si fa ad assegnare un numero a un prodotto del genere? Beh, è la stessa difficoltà che ho io nel mettere i voti. Fargliela provare vuol dire renderli più consapevoli del senso di quei numeri che ricevono nel loro percorso scolastico.
Ma hanno imparato presto a dosare gli ingredienti. E alla fine i voti me li hanno dettati loro. Con la giusta dose di accuratezza e generosità che ci avrei messo io.

 

Potrebbero interessarti anche...

21 Risposte

  1. Francesca ha detto:

    Complimenti per l’idea di questa attività. Avrei una domanda: l attività è stata tutta svolta in classe dai ragazzi, in che tempi? Hanno avuto un’ora, due di lezione….o altri tempi e modi.? Grazie

  2. maria teresa alicata ha detto:

    bellissimo! e con la questione della valutazione che è sempre un problema spinoso!

  3. Marino Calesini ha detto:

    Complimenti !

  4. Grazia ha detto:

    Come sempre una bellissima iniziativa!

  5. Silvia ha detto:

    Sempre degli ottimi spunti per la didattica, grazie! Avrei una domanda: in quanto tempo sono riusciti a svolgere questo compito?

  6. maria ha detto:

    Grazie Emanuela proporrò certamente questa attività in classe !

  7. Coluccio Saverio ha detto:

    Complimenti per la vostra attività. Essendo un ex insegnante di Ed. Artistica in pensione, attualmente scultore, sento molto la mancanza di queste bellissime proposte. Saluti e Buon lavoro

  8. Maria Fusco ha detto:

    Come sempre un suggerimento fantastico e innovativo! Grazie dei tuoi spunti e del tuo prezioso lavoro di condivisione!

  9. Sonia ha detto:

    Anche noi lo abbiamo fatto e a loro è piaciuto tantissimo.
    Gli ho fatto associare l’audio alle immagini in un power point.

  10. Stefania ha detto:

    Bellissima attività! Io l’ho proposta come approfondimento da portare all’esame di licenza media. In quel caso gli studenti dovevano immaginare una mostra monografica su un artista. Ogni studente ha realizzato più testi/tracce audio che poi sono state montate in un PowerPoint nel quale ogni immagine era accompagnata dall’audioguida. Bellissima anche questa versione che hai proposto tu! Grazie

  11. Annalisa ha detto:

    A me è piaciuto molto il loro modo meridionale di parlare
    Sono veramente bravi ! Domani a scuola farò vedere questo tuo lavoro ai miei piccoli e sentirel’audioguida realizzata
    Chissà che non ci riusciamo anche noi a fare questo bel compito
    Grazie Emanuela per tutta questa bellezza che ci regali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.